Home

 


Benvenuti nel nostro sito web
Welcome to our website
Willkommen auf unserer Website

Le Finalità del Kiwanis

I sei obiettivi permanenti del Kiwanis International approvati dai delegati dei club Kiwanis nel 1924, alla convention internazionale di Denver, in Colorado, sono rimasti immutati attraverso i decenni.

  •  Affermare la supremazia dei valori umani e spirituali su quelli materiali.
  •  Incoraggiare l’uso quotidiano della "Regola d’Oro" in tutte le relazioni umane: "fai agli altri ciò che vorresti che gli altri facessero a te".
  •  Promuovere la ricerca e il raggiungimento dei più alti livelli sociali, lavorativi e professionali.
  •  Sviluppare, attraverso il precetto e l’esempio, un più intelligente, efficace e durevole senso civico.
  •  Offrire, attraverso i Club Kiwanis, un pratico mezzo per formare amicizie stabili, per prestare un servizio altruistico e per costruire una comunità migliore.
  •  Collaborare nel creare e mantenere quel sano concetto civile e l’elevato ideale che favoriscono l’incremento dei principi di rettitudine, giustizia, patriottismo e buona volontà.

 

ENRICO FONTANA
Luogotenente Governatore
Divisione 16 Lombardia


CONSIGLIO DIRETTIVO DIVISIONALE 16 FEBBRAIO 2019
Presso il Teatro Filodrammatici Piazza Filodrammatici, 4 a Cremona

1) Apertura dei lavori da parte del LGT Enrico Fontana (o in sua assenza del LGT Gov. Apertura a cura del Past Mirko Osellame)
2) Lettura e approvazione del verbale del Consiglio Direttivo tenutosi il 17 Gennaio 2020 alle ore 20 presso “AGRITURISMO CASCINA OGLIO” località Fosio, 4 a Villongo (BG)
3) Saluto da parte del Past LGT Gov. Mirko Osellame
4) Saluto da parte del LGT Eletto Diego Busatta
5) Comunicazioni dei Presidenti dei Club sullo stato e sulle attività svolte e/o in programma dei services
6) Rapportini bimestrali
7) Comunicazioni in merito al Torneo di Calcio organizzato dai Club divisionali nella sua terza edizione
8) Informazioni sullo stato del rapporto dei Club con le istituzioni responsabili locali del terzo settore e rapporti con associazioni di volontariato locale, rivolte all’infanzia (settore medico o sociale)
9) Breve rapporto sulle azioni di Riconoscibilità concreta e continuativa, della presenza KIWANIS sul territorio della Sedi dei Club
10) Scelta luogo e data del prossimo Consiglio Direttivo
11) Varie ed eventuali
Alla conclusione del Consiglio Direttivo seguirà una cena conviviale dove sono certo vorranno fermarsi tutti i presenti al CD.


TAVOLA ROTONDA SUL TEMA DEL CYBERBULLISMO
11 febbraio 2020 - c/o UBI BANCA BERGAMO

Filmato completo di un interessantissimo evento.

Il convegno del Kiwanis dedicato alle insidie del bullismo on line e alla consapevolezza delle famiglie.
Serve  creare  consape-volezza sui  fenomeni  di  bullismo perché i genitori possano essere riconosciuti come interlocutori affidabili dai ragazzi perrisolvere gli episodi di violenza, on line e no. Da una parte ascoltando e aiutando i ragazzi bersagliati, dall’altra  comprendendo che il bullo, con i suoi comportamenti, lancia una richiesta d’aiuto spesso ifficile da cogliere.  «Perché  denunciare il bullismo è doveroso – spiega Maura Magni, governatrice Kiwanis Italia-San Marino – e i genitori possono essere tra i vostri alleati». Un messaggio lanciato dalla tavola rotonda sul cyberbullismo promossa ieri da  Kiwanis Italia-San Marino nella Sala Funi di Ubi Banca, a cui hanno preso parte sette classi dell’istituto Leonardo Da Vinci e le terze medie della Scuola Capitanio. «Gli strumenti digitali danno ampissima visibilità agli episodi di bullismo – spiega Gianluigi  Bonanomi, giornalista –. Non  solo i social, ma anche decine di piattaforme di messaggistica dove gli utenti interagiscono in formaanonima».  Canali  come  «Thi-sCrush» (dove i giovani confessano le proprie «cotte») o «Omegle» (mette in contatto utenti estranei, così come i videogiochi), che gli studenti ammettono di conoscere  o  di  usare,  ma  in modo  parsimonioso  e  discreto. «La  sensazione è che i giovani inizino a comprendere il valore della  privacy  –  prosegue  Bonanomi – e sono in crescita atteggiamenti prudenti». Un  trend che pare andare controtendenza nei genitori con l’uso eccesivo  dei social per condividere contenuti sui figli. «Basta guardare profili molto seguiti  come quelli degli sportivi – interviene uno studente –, che postano fotodei figli e di tutti i loro momenti privati  senza filtri». «Stiamo estendendo ai genitori i momenti formativi sulla prevenzione del bullismo che promuoviamo in tutta Italia – racconta Loriano Lotti, che  presiede il progetto    Cyberbullismo di Kiwanis –. Dagli ultimi rapporti Censis emerge che gli adulti che minimizzano i fenomeni di bullismo sono in aumento. C’è bisogno di coinvolgere tutti i soggettiper contrastare il fenomeno, in collaborazione con le scuole».

Informazioni aggiuntive