Eventi K. Junior Catanzaro

Service all'Istituto "Beato Palazzolo" a Santa Maria di Catanzaro

 

Dalla foto del taglio del nastro: Giuseppe Cristaldi e accanto a lui suor Gelmina (Responsabile della struttura)- alle loro spalle lo youth Governore Nunzio Peluso e il LGT divisione D Lorenzo Micar, sulla destra che tiene il nastro il Presidente del KJ Reggio Calabria e vice presidente del KJ Catanzaro Giuseppe Azzarài foto successiva da sx a dx Elisa Francioni Carlo Gelera (KJ Cremona), Suor Gelmina, Rossella Catalano (alle sue spalle Lorenzo Micari (LGT DIV) e Adele Brigaanti (Pres KJ Villa San Giovanni), Nunzio Peluso, Giuseppe Cristaldi, Saverio Gerardis (Imm Past Gov.), Francesco Nucara (ex socio KJ RC), le gentili consorti degli immediati past presidenti dei KC Vibo Valentia e Reggio Calabria (sig.ra Vecchio e sig.ra Tripodi), foto successiva  da sx a dx una suora l'Imm. Past presidente del KC Reggio Calabria Fortunato Tripodi suor Gelmina e i due ragazzi di Cremona. Foto successiv6 Catalano e Cristaldi. Foto successiva  Elisa francioni e Danila Scalise (Presidente Eletto KJ RC). Foto successiva da sx a dx Micari, Peluso, Catalano,Gerardis, Cristaldi. Foto successiva Peluso, Catalano, Gerardis

La solidarietà ha bussato alla porta dell’istituto “Beato Luigi Palazzolo” a Santa Maria di Catanzaro. Grazie al Club Kiwanis Junior Catanzaro, un'associazione no profit, formata da volontari che si incontrano a scopo di amicizia e che perseguono il bene altrui attraverso le opere di carità, ora i ragazzi ospiti della casa famiglia dell'istituto Palazzolo possono godere di una biblioteca tutta per loro. Il Club, oltre a donare ai minori ospiti dell’istituto cd, dvd e libri di ogni genere (d’avventura, gialli, di fantascienza, romanzi) e per ogni età, ha provveduto all’acquisto di un videoproiettore e dell’arredo della sala fornendo un’ampia libreria corredata da tavolo e sedie. All'inaugurazione della biblioteca hanno preso parte il Presidente del Kiwanis Junior di Catanzaro, Rossella Catalano, l’Adviser del Club, Giuseppe Cristaldi, il Governatore del Kiwanis Junior Distretto Italia, Nunzio Peluso, il Past Governatore del Kiwanis Distretto Italia, Saverio Gerardis, il Luogotenente della Divisione D, Lorenzo Micari, il Presidente del Kiwanis Junior di Villa San Giovanni, Adele Briganti, il Presidente del Kiwanis Junior di Reggio Calabria, Giuseppe Azzarà, i soci del Kiwanis Junior di Reggio Calabria, Villa San Giovanni, Cremona e Augusta e i Past Presidenti del Kiwanis di Reggio Calabria e Vibo Valentia: Fortunato Tripodi e Giandomenico Vecchio. Tutti i presenti hanno espresso il loro apprezzamento per il gesto del Kiwanis Junior Catanzaro, ma anche per i servizi resi dall’istituto Palazzolo in cui operano le suore delle Poverelle, che da sempre offrono le loro mani alle famiglie in difficoltà e danno risposta concreta alle esigenze educative del territorio. La superiora dell’Istituto, suor Gelmina Bresciani, ha ringraziato pubblicamente i giovani dell’Associazione Kiwanis che, con la loro opera, hanno trasformato in realtà un sogno. Nella piccola biblioteca frutto della solidarietà altrui, i minori potranno intrattenersi a toccare, sfogliare, guardare, leggere i libri, sviluppando in questo modo il gusto per la lettura e acquisendo nuove conoscenze. “La realizzazione di questa biblioteca era un desiderio da tempo serbato in cuore – ha commentato suor Gelmina - e finalmente ora, grazie a questi giovani, siamo riusciti a concretizzarlo. Riteniamo molto importante fare nascere e crescere il desiderio della lettura e del conoscere per potere e sapere apprezzare il bello, oltre che perfezionare il linguaggio e arricchirlo di nuovi vocaboli. Ora – ha concluso la superiore dell'istituto Palazzolo - il progetto ha avuto un inizio. La nostra volontà tuttavia è di incrementare e arricchire ulteriormente, con libri e audiovisivi, quanto la solidarietà ha avviato”. L'operato delle suore delle Poverelle e di tutti gli educatori e operatori dell'istituto è animato da accoglienza alla persona, spirito di famiglia, attenzione alla concretezza del quotidiano e stile collaborativo. La speranza è che sempre più persone si facciano trasportare da questi valori lasciandosi inebriare dal profumo della solidarietà e della carità.
 

Assunta Panaia