KJ: nuovo logo

Il logo del Kiwanis Junior Distretto Italia A.S. 2010-2011

In apertura dei lavori della Convention di Santa Trada (RC), in cui venni nominato Governatore Eletto, apprendevo sbigottito la tragica notizia della morte del mio grandissimo amico Giampaolo Ravasi, Past Presidente Europeo del Kiwanis International, il kiwaniano più carismatico che abbia mai conosciuto. Ancora ricordo con tristezza quel momento, abbandonai la sala, e, commosso, restai un po’ di minuti da solo a fissare il mare dello Stretto che proprio due anni prima alla Convention di Catona (RC) lo aveva visto protagonista insieme a noi di un esilarante siparietto che resterà indelebilmente scolpito nella memoria di tutti i presenti. Dopo la votazione, nel mio intervento di ringraziamento, mi ripromisi che avrei dedicato il mio anno a Giampaolo tenendo sempre presenti i suoi insegnamenti.
È per questo che il logo che caratterizza questa stagione oltre a immortalare il momento goliardico citato, riproduce il motto “Kiwanis yesterday, Kiwanis today, Kiwanis tomorrow and forever”, che ha accompagnato la sua presidenza europea e che ci ha dedicato nella sua lettera del 3 agosto 2007, che oggi possiamo tranquillamente definire il suo testamento morale lasciato al Kiwanis Junior.
Inoltre nella parte superiore del logo è impresso il simbolo dell’associazione Special Olympics Italia, perché il service distrettuale di quest'anno è “Kiwanis Junior Pro Special Olympics”.
Da anni il Kiwanis International collabora con quest’Associazione internazionale, che attraverso l’organizzazione di allenamenti, competizioni atletiche ed eventi sportivi, utilizza lo Sport come mezzo per una piena integrazione nella società delle persone con disabilità intellettiva, perché lo scopo del Kiwanis e quindi anche del Kiwanis Junior, come ben evidenziato dal nostro motto “Serving the Children of the World”, è di aiutare i bambini del mondo, anche se, come amava sottolineare Gianpaolo Ravasi, col termine “children” non va intesa pedissequamente solo la traduzione “bambini”, ma va ricompreso un concetto allargato a tutte quelle fasce deboli della società che hanno bisogno del nostro aiuto proprio come un bambino, quindi le ragazze madri, gli adolescenti, i giovani e le persone con disabilità fisiche ed intellettive.
Infine, al centro del logo è impresso il mio motto “L’Amicizia Abbatte le Barriere”, che in tre parole riassume l’idea, che da sempre ho cercato di portare avanti, prima da semplice socio, poi nei miei otto anni in seno al C.d'A. nazionale: creare un unico grande club nazionale senza le barriere divisorie dei singoli Club, all'interno del quale si è tutti grandi amici e si lavora per raggiungere lo stesso scopo: Serving the Children of the World.
 

Saverio Gerardis

(Governatore KJ DI 2010-2011)